mercoledì 30 ottobre 2013

TIRAMISÙ FRIULANO vs TIRAMISÙ VENETO... CHI VINCERÀ?

È ancora "guerra" aperta tra Friuli Venezia Giulia e Veneto per determinare la paternità del tiramisù. Non perdevi quindi il dibattito di domani, giovedì 31 ottobre, organizzato nell'ambito dell'expo "GOOD - Tutti i piaceri della buona tavola", dove a partire dalle 17.30 (c/o Area Eventi del padiglione 6 di Udine Fiera), Andrea Pellizzari, noto conduttore televisivo e radiofonico, condurrà  il "processo": La Dolce Sfida. Dove nasce il Tiramisù? Veneto o Friuli Venezia Giulia?.
Ovviamente da friulana doc sostengo la mia regione e quindi per l'occasione vi "regalo" la mia ricetta, quella insegnata dalla nonna... Buon appetito! :)


Ingredienti:

6 uova biologiche
7 cucchiai abbondanti di zucchero semolato (uno per ogni uovo, più uno)
500 gr di mascarpone
400 gr  circa di savoiardi
q.b. sale
q.b. caffè (io solitamente mi regolo preparando due caffettiere da sei persone)
q.b. cacao amaro

Dividete gli albumi dai tuorli, poi aggiungete a quest’ultimi sette cucchiai di zucchero e montate con uno sbattitore elettrico fino ad ottenere un composto soffice, chiaro e spumoso; a questo punto incorporate il mascarpone.
Montate anche gli albumi con lo sbattitore elettrico (che tenerezza pensare al nonno che lo faceva in quattro e quattr’otto aiutandosi solo con la forchetta!), finché non saranno a neve ben ferma (ps. ricordatevi di aggiungere un pizzico di sale). Una volta pronti aggiungeteli al composto di tuorli, zucchero e mascarpone; per non smontare gli albumi, fate questa operazione delicatamente, mescolando dal basso verso l'alto, con un cucchiaio o con una spatola leccapentola.
A questo punto prendete una pirofila, disponete uno strato di crema sul fondo e passate i savoiardi, uno alla volta, nel caffè raffreddato e precedentemente zuccherato, facendo attenzione a non inzupparli troppo; quindi sistemateli nel contenitore. Ricoprite il primo strato di savoiardi con la crema, quindi proseguite l'operazione per 2 o 3 stati. Una volta livellato l’ultimo strato di crema, riponete il tiramisù in frigorifero per alcune ore, in maniera che si compatti per bene. Prima di servire, spolverizzate il dolce con abbondante cacao amaro in polvere.




*Questa è la ricetta originale di mia nonna, ovviamente per maggiore sicurezza consiglio anche a casa di pastorizzare le uova (tuorlo) e di realizzare la meringa italiana con gli albumi.







Nessun commento:

Posta un commento